Rangers FC

“Se giocherete per strada, noi saremo lì accanto sui marciapiedi. I tifosi dei Rangers vogliono essere in grado di camminare a testa alta e di poter tornare ai massimi livelli vincendo tutti i tornei che dovremo affrontare. Per noi è fondamentale che lo si faccia solo attraverso i meriti del campo e cominciando dalla Lega più bassa”

Inizia così questa storia, con una lettera inviata dai tifosi alla propria squadra, un attestato di fede ed orgoglio che nemmeno un fallimento ha scalfito…

In quel caldo luglio “un pezzo di storia andava via” e iniziavano a sbucare le tante immagini di 139 anni di storia. Quella del 1872 quando a Glasgow si giocò la prima partita di calcio internazionale all’Hamilton Crescent del Club di Cricket tra la nazionale scozzese e quella inglese o quella dello stesso anno quando nacquero ufficialmente i Rangers grazie all’intuizione dei fratelli Peter e Moses McNeil, di William McBeath e di Peter Campbell. I fondatori decisero di chiamarlo Rangers dal nome di una squadra inglese di rugby e dopo 4 anni già avevano un loro giocatore convocato nella Nazionale scozzese.

Ma per conoscere realmente la storia di questo club, non basta analizzare l’impianto, elencare tutti i campionati vinti e tutti i record battuti. Per capire lo spirito dei Rangers bisogna immergersi nelle pieghe del tessuto sociale, storico, culturale e religioso della città ed emergere con la consapevolezza che in questa piccola valle verde (Glasgow dal gaelico scozzese significa proprio “piccola valle verde”) risiedono due anime, due spiriti, due moti, due passioni, due pensieri e che questa divisione trovava e troverà il suo maggior sfogo nell’OLD FIRM ….

da: https://www.contra-ataque.it/2014/06/10/glasgow-rangers-la-leggenda-che-non-morira-mai.html

#rangers #calcioscozzese #scozia #stevengerrard #sinrol #calcio #allenatore #fùtbol #analisitattica #squadredicalcio

Share it
× Hai bisogno di aiuto?